indietro
Pagina del dettaglio
BREVE CENNO STORICO DELLA SOCIETA’ DI SANT’ANNA

La Società di Sant’Anna fu in origine una Congregazione, fondata con atto dal vescovo Vittorio Filippo MELLANO il 24 dicembre 1782. Simbolicamente fece coincidere la data della fondazione con la posa della prima pietra all’erigenda chiesa di Sant’Anna in Stampace. Era il giorno 27 del mese di Maggio dell'anno 1785 .

Fondata per volontà dell’Arcivescovo Mon. Vittorio Filippo MELANO di PORTULA nato a CUNEO nel 1733 dell’ordine dei DOMENICANI predicatore. Maestro di Teologia dal 1773 priore del convento di San Domenico a Torino. Insegnò teologia nell’Università di Cagliari dal 1779 al 1796. Priore del convento di San Domenico a Torino fu nominato vescovo di Cagliari il 10 giugno 1778 e il 24 luglio 1797 fu trasferito alla diocesi di Novara. A Novara ebbe episcopato travagliato per i difficili tempi politici. Morì il 23 dicembre 1813.

Mon. Vittorio Filippo MELANO era insignito dei titoli di Arcivescovo di Cagliari(1778–1798)Primate di Sardegna e Corsica Cavaliere di Gran Croce ecc. ecc.

Lo scopo del fondatore, era quello di dare aiuto al ceto meno abbiente e organizzare i festeggiamenti in onore di Sant’Anna, Santa Patrona del quartiere STAMPACE.

Mancano purtroppo documentazioni valide fino al 1881 data a cui fa testo lo statuto approvato in adunanza generale delli 30 settembre 1881. Presidente Agostino MARINI relatore Efisio PUDDU membri CADDEO Agostino MANUNZA Battista BOTTERO Carlo COGOTTI Giuseppe CARTA Efisio MANNAI Pasquale BONIFA Ignazio ATZERI Salvatore PILI Michele SANNA Salvatore BISERTO Gaetano PUDDU Antonio. Tale statuto è composto da trentuno articoli e sei capitoli.

Nel 1896 l’assistente ecclesiastico Canonico Luca CANEPA proseguì quanto demandato dal fondatore, la istituì trasformandola in Società di Mutuo Soccorso.

Dal 1896 al 1912 fu designato il Commendatore Battista MANUNZA Presidente dei festeggiamenti della Santa Patrona.

Nel 1920 fu costituito il Comitato dei Festeggiamenti di Sant’Anna. Comitato composto di otto membri, tra i quali Enrico LODDO e Sisinio PIRAS proseguirono il loro mandato sino al 1940.

Il comitato dei festeggiamenti nel 1931 organizza il gioco delle BOCCE.

Dopo l’evento bellico il gioco delle bocce riprese tra le rovine del convento delle Suore di Santa CHIARA, ( attualmente sede del mercato civico rionale ) tra i promotori di tali opere ci preme ricordare Natale COCCO Mariano SABA Umberto PES e non ultimo il Commendatore Giovanni LODDO a cui si deve la realizzazione dei locali attuali di cui la Società di Sant’Anna ha la sede ed è proprietaria.

Nel periodo antecedente al 1947 ressero le sorti societarie sei membri tra i quali Ciccino MANUNZA.

Alla fine della guerra la Società di Sant’Anna continuò la sua vita e opera tra periodi di splendore e periodi modesti difendendo sempre la sua laicità, custodendo il patrimonio di fede, d'arte, di carità ricevuto dai Confratelli dei secoli passati.

Nel settembre del 1947 subentro alla presidenza della Società di Sant’Anna il Commendatore Giovanni LODDO, il quale, forte della sua notorietà, personalità di spicco nella provincia per il suo occupazione statale, ricopriva la carica di Tesoriere della Prefettura di Cagliari, dette una forte svolta in seno alla Società di Sant’Anna.

Il Commendatore Giovanni LODDO, porta in seno alla Società di Sant’Anna una più rilevante nota ricreativa e socio culturale.

Ricreativa e culturale con l’organizzazione di gite fuori dai confini nazionali, si ricorda la non unica gita di Barcellona.

Consolidò il gioco delle Bocce; rivestì per più legislature la carica di Presidente del Comitato Regionale e Provinciale.

Ai Soci artigiani della Società di Sant’Anna, si deve la realizzazione e la messa in opera nel 1949 della formella raffigurante la stazione undicesima della via CRUCIS. Tale formella e stata ubicata nella via Sant’Efisio già via Sant’Anna angolo via Domenico Alberto AZUNI già via San Michele (palazzina LODDO). La formella originale, venne distrutta dai tragici bombardamenti del quartiere di Stampace, nonostante le ricerche (tra le macerie della chiesa di Sant’Anna) non fu ritrovata. La formella originaria, era ubicata nella facciata della chiesa al lato sinistro all’epoca con un solo campanile (al lato sinistro).

Alla Società di Sant’Anna nel 1950 fu dato l’incarico della realizzazione del palco altare per le celebrazioni del Giubileo. Il palco venne eretto nel largo Carlo Felice sotto la statua con fronte verso il porto. Tale realizzazione fu eseguita con particolare maestria e grande esecutività artigiana.

La Società di Sant’Anna fu la prima associazione a mettere in scena i carri allegorici nella città di Cagliari, chiamando per tali allestimenti i maestri VIAREGGINI, denominando l’evento “CARNEVALE CAGLIARITANO”.

Nel Patrocinare i festeggiamenti Patronali di Sant’Anna inserì la “SAGRA DELL’UVA” (Po Sant’Anna Bessiri su Muscareddu), la tradizionale sveglia mattutina eseguita dalla banda musicale il 26 luglio festività di Sant’Anna.

Al Commendatore Giovanni LODDO, si deve fra l’altro, la costruzione nel 1949/1950 degli attuali locali Societari, e gli attuali impianti bocciofili, primi in Sardegna con campi in Maiolica e dotati di impianto di illuminazione fluorescente ad alto potere illuminante realizzato con apparecchiature stagne; tale impianto, fu realizzato dalla ditta I.C.E.T. di ROSSI & CASTALDI, azienda leader del settore. La stessa I.C.E.T. realizzò l’impianto elettro/idraulico per la fontana ubicata prima dell’accesso ai campi di gioco.

Nel mese di maggio del 1950, la Società si dotò di un nuovo Statuto con Atto del Notaio SABA ARTURO, redatto nella Chiesa Monumentale di Santa Chiara, venne registrato in data 29 maggio 1950 repertorio n. 8592.

Si costituì con tale atto giuridico, la “SOCIETÀ DI SANT’ANNA” Società di Mutuo Soccorso a responsabilità limitata, la sede legale allora era nella Chiesa Monumentale di Santa Chiara, conferita alla Società di Sant’Anna nel 1886 in tale data, la Chiesa Monumentale di Santa Chiara fu affidata in custodia alla Società di Sant’Anna dal Canonico Luca CANEPA. Custodia affidata anche in considerazione al fatto dell’esiguo numero della Clarisse presenti nel convento.

Il nuovo statuto fu costituito, approvato e sottoscritto da 46 soci suddivisi in 35 uomini e 9 donne, personaggi di variegata cultura e svariate attività professionali.

La presenza di nove donne alla sottoscrizione dello statuto è fatto di notevole importanza si nota l’assentimento ed aggregazione sociale in quanto, il prender parte femminile all’associazionismo, all’epoca era ridottissimo.

Si istituì la sezione femminile, fra la quale si ricordano le signore Adelina CORONA, Francesca EPICUREO.

Nella Chiesa monumentale di Santa Chiara vide la luce la banda musicale di Sant’Anna, per poi trasformarsi per fusione con le bande musicali di Iglesias, Siliqua, Dolianova e di Monserrato all’epoca frazione di Cagliari fusione in banda Musicale Città di Cagliari, banda

musicale Presieduta da Piero ATZENI, stimato professore di scuola media. a Società di Sant’Anna, donò alla banda musicale città di Cagliari i leggii per gli spartiti. Grazie al maestro Domenico CARDAROPOLI ottenne lusinghieri successi.

Per l’interessamento di Pietro LEO sindaco di Cagliari e, il suo successore Mario PALOMBA, la banda Città di Cagliari, si trasferì nei locali del bastione di Saint Remy di fronte alla passeggiata coperta luogo di ritrovo storico dei cagliaritani. Sino agli anni settanta la Banda Musicale Città di Cagliari era solita esibirsi nella stagione estiva al bastione per poi trasferirsi sotto i portici della via Roma all’altezza del cinema OLIMPIA nella stagione invernale.

Nel 1985 sotto la Presidenza di Andrea BOCCONE, Vice Presidente Giancarlo LUZZU, Tesoriere Economo Mario ORANI, Direttore Tecnico Giulio SEGHEZZI, Segretario Carlo SUFFIOTTI, decano dei Consiglieri Natale COCCO, si celebrò il “ BICENTENARIO DELLA FONDAZIONE “ Nella sede sociale in data 27 Maggio alla presenza del sindaco di Cagliari Dott. Paolo DE MAGISTRIS il socio più anziano Natale COCCO e il più giovane Davide SEGHEZZI scoprirono la targa commemorativa. In concomitanza a tale storico evento, si organizzarono oltre alle celebrazioni religiose,

manifestazioni socio culturali e folcloristiche, diverse manifestazioni sportive sotto l’egida delle rispettive federazioni.

Si organizzarono:

Gara NAZIONALE SPECIALE DI BOCCE INDIVIDUALE 256 FORMAZIONI,

Torneo di Calcetto,

Torneo di Rugby,

Maratona “RISCOPRIAMO CAGLIARI” Attraversando il centro storico per i quartieri, Marina, Castello Stampace.

Grande successo di pubblico e di partecipanti a tutte le manifestazioni organizzate, con il fiore all’occhiello la manifestazione di Bocce, dai partecipanti, fu definita la miglior gara svolta in Sardegna.

Per tale ricorrenza la sede sociale subì radicali restauri e adeguamenti.

Nel 1987 sotto la Presidenza di Giancarlo LUZZU, si rese opportuno adeguare alle leggi vigenti, lo statuto societario. In data 16 maggio 1987 venne convocata l’assemblea straordinaria, la modifica dello Statuto venne approvato quasi all’unanimità, percentuale altissima, pari

al 92% i partecipanti furono 48, in tale occasione solo uomini, la socia decana del gruppo femminile Francesca EPICUREO a causa delle condizioni di salute non partecipava più alla vita Sociale, la socia Chiarina CONTU era deceduta da pochi mesi.

La Società di Sant’Anna continua ad essere partecipe alle manifestazioni boccistiche Regionali, organizzando e partecipando alle varie gare Regionali e Provinciali.

Il grande handicap per la Società di Sant’Anna è, l’assenza di strutture coperte, limita i bocciofili e l’attività ad un numero ristretto di mesi anno.

La gran passione bocciofila, nostra disciplina primaria, ridimensionata alla partecipazione a causa della carenza di strutture coperte, in quanto i vecchi campi coperti nel 1981 ospitati nelle strutture del ex Monastero di Santa Chiara vennero destinate da parte della sovrintendente a restauro.

Si continua a diffondere l’interesse alla partecipazione d’associazionismo con l’impegno costante a renderci partecipi alla vita del quartiere storico per antonomasia come appunto è il quartiere di STAMPACE.

Si vive e sopravive allestendo ed organizzando manifestazioni di bocce e attività socio culturali.

In data 05 luglio 2003 la Società di Sant’Anna per volontà dei soci riuniti in assemblea straordinaria e stata commissariata a tale incarico fu designato all’unanimità Giulio SEGHEZZI coadiuvato da Giancarlo LUZZU con la mansione di segretario. In data 01 febbraio si svolsero le elezioni e permisero la ricostituzione della legalità Societaria.

In data 05 febbraio 2004 con assemblea straordinaria è stato modificato lo statuto sociale e adeguato alle vigenti leggi e normative.

In tale assemblea e avvenuta la trasformazione statutaria in ONLUS.

Per avere maggiori informazioni su questo articolo clicca qui
 
Giancarlo Inserito il 22/09/2008 14:58:08
indietro